Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Giuseppe Catalano


Ovviamente va visto tutto sotto un occhio particolare. Il mio. Che vi piace, ma soprattutto non vi piace. Sarà un po' per quella forma di insano masochismo, mi piace essere insultato. Ecco perchè insulto. Ma a volte non sono così bravo da farlo direttamente, e allora cerco il sotterfugio, il trabocchetto. Così è. Ognuno c'ha i suoi problemi. Ma non sono l'unico ad averne, se il protagonista di questa storia si sposta da programmi musicali di dubbio gusto a un determinato personaggio. Che poi ci sono pure affezionato, perciò non ne farò il nome. Si tratta di un giornalista, ma anche un po' di una star, tanto che è uno dei più acclamati giudici di Amici, quella roba di Maria De Filippi che non ho mai guardato, quindi uno dice come fai a parlarne? Fossi il primo che parla di cose che non conosce...
Fatto sta che l'altra sera, su twitter, si twittava di questo e di quello, finchè noto diversi followers, anzi followings (cit. Alfonso Luigi Marra), visto che sono io a seguire loro, che parlavano di sto Eurovision Song Contest, tramite l'hashtag #ESCita. Praticamente una specie di champions league della canzone, in cui ogni nazione manda il proprio campione a parteciparvi scelto come non so, visto che per l'Italia ha partecipato Mina Zilli. Mina, sì, con la M, embè? Che come dice Bagnasco (no, non il cardinale) è anche una gran gnocca. Bagnasco dice anche che è molto brava e irresistibile. Io sono d'accordo solo con uno dei suoi giudizi su di lei. Indovinate quale... 
Ok allora twitta qua, twitta là, mi sono messo a twittare pure io di sti tipi dell'ESCita, senza guardarne nemmeno un minuto, ovviamente. E a quanto pare c'erano personaggi più che esilaranti, praticamente il trionfo del trash planetario. Se non chè, finito tutto, a bocce ferme arriva LUI. Circondato da quell'aurea di autorevole insindacabilità di giudizio da cui è circondato, il nostro giudice/star sbarca su twitter con un cinguettone niente male: 'Vedo che molti di voi hanno perso tempo con l'Eurofestival sperando vincesse la Wynehouse denoantri.Credete a Pinocchio? Masochisti? No Sky?'.
Ora, io sono completamente d'accordo con la star sul giudizio di Mina Zilli, che oltre a imitare la tigre di Cremona (non per niente il suddetto Bagnasco l'ha ribattezzata Faraona di Gossolengo), si rifà parecchio anche alla compianta Amy, sia per gorgheggio che per cofana di capelli. Tra l'altro la vincitrice è una svedese sconosciuta, e la Zillona nazionale si è fermata al nono posto. Tolto questo, il tweet della star mi ha stimolato una risposta di quelle acidelle, ammiccanti e dietrologizzanti che un po' richiama anche il mood di Pippo Pelo, speaker di Radio Kiss Kiss nonchè criticone che proprio su twitter aveva scritto: 'Ma come mai i giornalisti musicali italiani non twittano su  ?? Non hanno nulla in cambio ?? Nessuna visibilità ??'  
E per inciso io ero pure intervenuto facendo notare a Pippo che qualcuno dei giornalisti che lui chiamava in causa stava proprio twittando su #ESCita.
Vabbè, entrato nel mood di Pippo Pelo mi sono sentito autorizzato a rispondere alla suddetta star:  personalmente,100 volte piú divertente di amici! :)
Notare lo smile alla fine del mio tweet, portatore di pace e prosperità, nonchè sorriso paraculo traducibile con: 'siamo su twitter a chiacchierare, non ne facciamo ragion di stato'.
Evidentemente, però, io e la star abbiamo una visione differente sull'utilizzo degli smile.
Infatti la star, il giorno dopo, si prende la briga di scrivermi su twitter un DM (direct message) siffatto: 'Se "diverti un casino" con un luna park fermo ai primi '80 è la conferma che se miliardi di mosche amano la merda ci sarà pure un perché'.
Ora, a parte alcuni punti oscuri nel messaggio, rimango perplesso a leggermelo e rileggermelo per due ragioni principali: 1 - la star sta parlando a me! 2 - ma cosa diavolo dice?
Allora mi risolvo a rispondergli qualcosa. Ma per DM (sempre direct message) non mi è possibile. Allora vado in chiaro:  Non riesco a risponderti in mess priv: basta prendere atto della situazione :) love
Il mio intento è risaltante, se tanta gente preferisce EMCita ad Amici, pazienza! Ognuno ha i suoi gusti no?
Però, nel frattempo, succede che questo mio tweet innocuo viene inserito tra i preferiti da altri due utenti che non conosco e che non ho mai visto in vita mia. La macchina investigativa si mette così in moto e finalmente scopro, con sommo dolore, che non ero stato l'unico destinatario della star che mi aveva privilegiato con un DM. No. Aveva fatto copia&incolla anche ad altri utenti, i quali evidentemente avevano dimostrato apprezzamento per ESCita, turbando il senso estetico della star. Allora provo a fare un ulteriore passo paraculo/pacificatore. Penso: lo tiro direttamente in ballo, ci si fa tutti una risata e finisce là. Perciò rispondo a un tweet che lamentava la ricezione del DM incriminato: ah che fantasia, ha fatto copia&incolla anche a me! :)
Non l'avessi mai fatto! Mi arriva, suppongo non solo a me ma anche a tutti gli altri (purtroppo ciò rimarrà indeterminato), un altro DM della star: Ragazzi ma se non vi sto simpatico, avete dei problemi con il sottoscritto levatemivi dalle palle. Occupatevi di altro. Nzomma defollowatemi. Seguito immediatamente da: Potrete cosí parlare delle vostre cosine fra di voi o con chi vi aggrada senza sfracellare le mie. no?
Allora le dita mi prudono proprio. Cioè. Ma perchè tu continui a mandarci DM e non scrivi in chiaro? Tanto non c'è mica nulla da nascondere. Con molta tranquillità, cerco di mettere ordine, scrivendogli: visto che non vuoi messaggi diretti mentre tu li mandi: Ma no figurati, si chiacchiera tranquillamente :) love
Cioè, più chiaro di così! Pure Love gli ho scritto! E lui però ormai è piccato, e fa: Caro mettiola cosí. I DM funzionano solo con chi si segue a vicenda e io non ti seguo. Se lo facessi potresti mess in DM. Quindi non è una spazio per il tweet finito, segue altro DM: Scelta a priori. Twitter funziona cosí senza antipatia o altro. Ciao
Ricevo e metto in saccoccia pure la lezione su come funziona twitter. Però c'è qualcosa che non mi quadra. Va bene che esiste Amici. Va bene che ci sono i giornalisti che fanno i giudici. Va bene che con questo essere giudici di amici diventano anche dei personaggi seguiti da milioni di teenager intorpiditi. Ma tutto ciò non vuol dire che, se sei su twitter, pensi di essere su un piedistallo a pontificare. La gente ti può anche scrivere che non è d'accordo con te. E non importa chi ha ragione, il bello di twitter è anche quello, no?
Perciò indosso i miei amati panni di professorino e concludo così:  
twitter funziona anche che tu scrivi a me e io scrivo a te. Non è un giornale dove tu scrivi e la gente legge :) love.

Commenta il post